Mense scolastiche: primarie e scuola dell’infanzia statale

 

ATTIVITA’ PRINCIPALI E SERVIZI OFFERTI

La mensa ad uso scolastico è un servizio a domanda individuale connesso alle scuole dell’infanzia, e alle scuole primarie di primo grado, e può essere utilizzata dagli studenti nei casi in cui l’attività didattica si prolunghi in orario pomeridiano, oppure a fronte di iniziative formative pomeridiane comprese nel POF della scuola.

REGOLAMENTO MENSA: Regolamento refezione scolastica definitivo

IN EVIDENZA

 

Per iscrizioni online clicca qui

Rette in vigore (le riduzioni per ISEE sono applicabili ai soli residenti nel comune di Quattro Castella)

Euro 6,20 tariffa intera (Scuola dell’Infanzia )

Euro 5,80 tariffa intera (Scuole Primarie)

Euro 5,10 con ISEE inferiore a 18.000,00

Euro 4,50 con ISEE inferiore a 6.000,00 e secondo fratello se ISEE inferiore a 18.000,00

Si specifica che per le mense della scuola dell’Infanzia Statale, nonché delle classi a tempo pieno delle scuole primarie, la domanda di ammissione alla mensa va presentata il primo anno di frequenza e sarà considerata valida fino alla fine del ciclo scolastico di riferimento.

E’ perciò particolarmente importante ricordarsi di segnalare eventuali cambiamenti (indirizzi, nr. di telefono, modalità di fruizione ecc..) rispetto a quanto dichiarato in sede di iscrizione al servizio.

Si ricorda inoltre che attualmente le spese sostenute per la refezione scolastica sono detraibili in sede di dichiarazione dei redditi; si invitano pertanto i paganti a conservare i documenti comprovanti i pagamenti effettuati .

Qualora il pagante rilevi differenze tra gli elementi che hanno concorso a formare la retta, e i dati in suo possesso (presenze, tariffe applicate, servizi prenotati/fruiti ecc) è tenuto a segnalarlo in forma scritta all’ufficio competente entro 60 gg dal ricevimento della nota di pagamento. Trascorso tale termine la nota di pagamento si intende senz’altro approvata.

L’ufficio provvede a recepire direttamente dall’INPS le ISEE calcolate entro il 30.06 di ogni anno. Queste restano valide fino al 30.06 dell’anno successivo, fatta salva la facoltà di presentarle nuovamente qualora l’utente lo ritenga opportuno.

Le ISEE calcolate o cambiate dopo il 30.06 devono essere trasmesse via mail. In questo caso non verrà data applicazione retroattiva alle agevolazioni rispetto alla data di trasmissione dell’ISEE.

In caso di mancato pagamento di quanto dovuto nei termini indicati, previo primo sollecito informale da recapitare coi mezzi ritenuti più idonei ed efficaci, si procederà all’emissione di avviso di accertamento esecutivo indirizzato al richiedente nonché all’altro genitore in quanto obbligato in solido, ai sensi della Legge 160/2019, e successivamente, se ancora insoluto, all’attivazione delle procedure di riscossione coattiva previste dalla Legge e/o all’inibizione dal servizio.

Tutte le dichiarazioni all’interno delle modulistiche di adesione ai servizi sono rese ai sensi degli artt. 46 e 47 del DPR 445 del 28/12/2000, sotto la personale responsabilità del compilatore, con piena conoscenza della responsabilità penale prevista per le dichiarazioni false dall’art. 76 del DPR 445/2000, l’Amministrazione comunale provvederà alla revoca dei benefici eventualmente concessi sulla base della relativa dichiarazione, a norma dell’art. 75 del medesimo DPR.

Nel caso di accertata fruizione del servizio e di mancata presentazione della domanda di iscrizione nei termini previsti, si procederà all’applicazione della retta massima dal primo giorno di utilizzo del servizio.